auto

Juventus, e la terza stella

La dirigenza juventina urla e sbraita a favore dei 30 scudetti

Sono nel giusto i bianconeri a pretendere i titoli tolti con regolari processi, sia sportivi che ordinari?

di Massimo Melani

La dirigenza juventina urla e sbraita a favore dei 30 scudetti

La facce di Calciopoli

Non aspettavano altro, li vediamo sogghignare quasi malefici, dopo uno scudetto, devo confermare, onestamente vinto alla grande, da squadra di prestigio.

I designers juventini hanno già esposto, nella loro sede di Corso Galileo Ferraris 32 e allo

Juventus Stadium, bandiere e striscioni inneggianti la terza stella.

 Il Telescopio spaziale Hubble (magnitudine limite pari a circa 30) dovrebbe consentire di vedere la bellezza di 444.000 miliardi di stelle.

Ormai i più hanno capito che questo è il paese dove la vera legge è l’illegalità, dove si sbattono in carcere le persone innocenti e i furboni, i veri delinquenti, se la ridono beatamente... e tutto si può fare.

Quindi, in attesa della nuova maglia bianconera, se è propriamente vero che ogni società può cucirvi sopra ciò che vuole, penso ad alcuni suggerimenti per la prossima maglietta nerazzurra da mostrare a testa alta in occasione dei futuri derby d’Italia:

A)  Nei presso del logo dello sponsor, apporre una citazione dall’inno “C’è solo l’Inter”e nello specifico il passaggio “Io non   rubo il campionato e in B non sono mai stato”.                                                                                                                                             B)    Ogni appartenente al club, al posto del proprio nome sulla schiena, potrebbe ostentare la dicitura “ Inter forever”.            C)  Ben prima del fischio d’inizio dell’arbitro, per rallegrare il formale scambio di gagliardetti, capitan Zanetti dovrebbe recapitare allo scommettitore Buffon una scheda telefonica svizzera con il conosciuto auspicio “Il telefono la vostra voce”. 4) Proxĭme, numeris : se loro mostreranno le 3 stelle, gli interisti potranno replicare con i numeri 30 (i punti di penalizzazione della discesa in B delle zebre), 5 (anni) e 4 (mesi),cioè  la condanna inflitta a Luciano Moggi, per “associazione a delinquere”.                                                                                                                                                                   Come recentemente affermato da Del Piero, che sembra prossimo all’addio dalla Juve, “le sentenze vanno rispettate”. 

No, carissimi lettori, in questo spazio personalmente curato dal sottoscritto, non rileverete doppi sensi e sdrammatizzazioni del tipo “in fondo è sempre un gioco” o “è solo una partita di calcio”.

Niente pacche sulle spalle per chi non le merita o tenta di aggirare le leggi sportive, magari attaccando -anni dopo- persone morte, ma con un passato da grandissimi uomini.

Questo mio pensiero scritto non è una sorta di deregulation del tifo, una sorta di codice a barre della passione smodata del tifoso. E’ semplicemente una forma altamente rispettosa di certe sentenze sportive espresse a chiare lettere da giudici ordinari e sportivi e, non solo perché ti chiami Agnelli o Elkan o piripicchio, puoi liberartene a tuo piacimento e fomentare la moltitudobianconera a riempire uno stadio con vessilli, bandiere, striscioni e cartelloni glorificanti la terza stella, un astro che nella maniera più legale e assoluta, stante tutte le serie dibattimentali tribunalizie percorse, non potrebbe al momento nemmeno essere menzionata, figuriamoci richiederla.

In questa rivista entrerete nel mondo del calcisticamente corretto, l’ opposto di altri pianeti dove nulla è come sembra e tutto può essere ribaltato.

Basta con il finto fair play, stop alla forzata diplomazia nei confronti di chi ha tentato di vincere il derby di Milano con un gol annullato e un rigore inesistente.

Divieto di transito a tutti i complimenti che piovono come pioggia acida per addolcire la pillola. Il calcio è sogno e fantasia, ma dopo deve trasformarsi, finiti i canonici 90’, in assoluto pragmatismo e liceità.

Per quel poco che conosco di diritto sportivo e ordinario, posso tranquillamente affermare che non esiste regolamento che lo vieti.

La stella non è un’istituzione ufficiale, è l’idea, ma guarda un po’, di Umberto Agnelli quando la Juve, nel ’58, vinse il suo decimo scudetto. Allora, a tutti, sembrò una buona idea, ma non diventò mai una cosa ufficiale. Fu, esclusivamente, una trovata di puro marketing.
Quindi, niente di che indossare la terza stella se ne hai completo diritto.

Solo, però, se questi scudetti sono stati vinti realmente. Tutto quanto non muta lo spirito riguardo a quanti se ne sono conquistati, cinque dieci diciotto o venti. La questio è: la Juventus ha davvero vinto trenta scudetti?
La risposta di una persona leale e onesta e rispettosa della legge è NO!

Lo dicono loro che ne hanno vinti trenta di scudetti, senza minimamente pensare che per scorrettezza sportiva e illecito strutturale, due le sono stati tolti con sentenza definitiva emessa da tutti i gradi della giustizia sportiva.

Quindi la Juve ne potrà aver vinti trenta, ma ne potrà esibire publĭce solo 28, quei due non potranno mai più essere riconosciuti e assommati agli altri.

Praticamente è come se non li avesse mai vinti; pensando che uno è stato assegnato a un’altra squadra.

E se la Juventus aggiungesse la terza stella?

Essendo in Italia, in un Paese dove le leggi vengono rispettate dieci secondi al giorno,  un titolo auto-onorifico che non sussiste potrebbe anche non causare problematiche di sorta. Ogni squadra può cucirsi sulle maglie tre, quattro o diciotto scudetti. Uno potrebbe essere dedicato al compleanno del presidente, uno per ricordare un ex giocatore morto… e via dicendo.

Allora, tutto a posto, tutto in ordine?

ASSOLUTAMENTE NO, perché tutto quello che si appiccica sulle maglie ufficiali deve categoricamente essere definito con la Lega. E’ quest’organo, rappresentante delle venti società di  A, a dover decidere in merito.

Il regolamento sancisce che «tutto quello che di scritto sulla maglia non è concordato, va ritenuto proibito».

Altrimenti il Milan potrebbe cucirsi tutte le sue Coppe dei Campioni che sono tante, l’Inter idem, e, ognuno, come detto sopra, quant’altro.

A rigor di legge sportiva la FIGC, a questo punto, dovrebbe assolutamente deferire la Juventus per il valore sovversivo dato dallo stesso club alla terza stella.

Denuncia dunque agli organi disciplinari italiani ed europei, dove in quest’ultima la maglia è ancor più cultuale e deve sempre e comunque rappresentare la verità .
Tale è la rappresentazione a norma di diritto sportivo.

Le convinzioni sono per la verità nemiche più pericolose delle menzogne

 Friedrich Nietzche 

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

    8 commenti per questo articolo

  • Inserito da ines giolli il 16/05/2012 16.18.37

    ti frigge eh?

  • Inserito da Penelope il 11/05/2012 21.32.27

    Caro Massimo, sono una tua fan di Calunnie e Doppiopetto blu, ma con questo articolo mi piaci un po' meno. Non e' possibile schierarsi apertamente x una squadra. Si deve essere obiettivi e discreti e non acerrimi nemici.

  • Inserito da carmelo il 11/05/2012 18.05.34

    ciao Max i rubentini sono solo dei poveri illusi e ladroni!

  • Inserito da Loredana il 11/05/2012 14.53.58

    Non ho seguito tutte le vicende poco chiare di questo terzo scudetto, che sembra assomigliare sempre di più ad un furto in piena regola. E in questo rispecchierebbe gli eventi analogamente poco cristallini che stanno fiorendo in questo nostro paese bizzarro e bastian contrario. Troppe ombre su questa stella...si potrebbe anche scegliere di farla splendere in un altro momento, più chiaro e più condiviso. Esiste ancora qualcosa che si chiama autocritica?

  • Inserito da g.strocchi il 11/05/2012 14.46.18

    giustissimo Massimo.. e da juventino !!!! Ho letto comunque l'articolo, e da buon juventino ci passo sopra....Chi l'ha scritto necessiterebbe di un buon caffè bollente amaro con strizzato mezzo limone... così vomiterebbe la sua terribile fobia antijuventina.....

  • Inserito da giovanni.c il 11/05/2012 14.11.29

    'Italia sta andando a puttane, c'è gente disperata che si suicida e il tuo problema sono i 30 scudetti della Juve ???? Sono questi i problemi ?

  • Inserito da FRANCO TURCHI il 11/05/2012 14.09.12

    Mica sei per caso dell'Inter?Rosica, Rosica

  • Inserito da vanni_deluca il 11/05/2012 14.04.17

    Teoricamente sono in perfetta sintonia, ma poi nella realtà vedrai che daranno vinta ai soloni della Juventus

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.
chanel replica sale
chanel replica sale
chanel replica sale
chanel replica sale
chanel replica sale