auto

Professioni umiliate

L'amministrazione capitolina invita a lavorare gratis solo chi si occupa di ambiti creativi o umanistici.

Il consigliere di M5S cerca grafici che regalino il proprio lavoro alla commissione sport. Chiederebbero la stessa cosa ad un ingegnere?

di Dalmazio Frau

L'amministrazione capitolina invita a lavorare gratis solo chi si occupa di ambiti creativi o umanistici.

Pubblicato il: 11/02/2017 18:38

AAA cercasi grafico (volontario). E' l'annuncio su Facebook del consigliere capitolino del M5s Angelo Diario, presidente della commissione Sport e Personale, nonché membro delle commissioni Ambiente e Bilancio."Se sei un grafico e ami lo sport, forse se interessato a offrire il tuo contributo alla Commissione Sport - si legge nel post -. Abbiamo bisogno di pittogrammi originali da associare alle discipline sportive, praticate negli impianti di proprietà del Comune (quelli utilizzati in fase test sono coperti da copyright)". I disegni, informa il consigliere Diario, "saranno utilizzati per la nuova piattaforma interattiva degli impianti sportivi, uno strumento innovativo al servizio della cittadinanza al quale stiamo lavorando insieme agli uffici del Dipartimento Innovazione Tecnologica e del Dipartimento Sport. Chi è interessato può lasciare i propri recapiti alla mail segreteriacommissione.sport@comune.roma.it".

Evidentemente chi ha ideato questo, quando ha il cesso di casa propria intasato (sì, scrivo così apposta ) chiama l’idraulico, ma senza retribuirne l’intervento. Se tanto mi dà tanto… oppure no? Quindi un “grafico” ( definizione del tutto generica che non significa nulla in realtà perché ci sono vari aspetti della “grafica”, ma questo forse, direi, il consigliere capitolino non lo sa ) è ritenuto di minor valore rispetto ad un qualsiasi altro “professionista”. Il problema, si badi bene, non è di Roma, questo modo di “pensare” è diffuso su tutto il territorio nazionale ed è normalmente applicato a tutti quanti svolgano un’attività “artistica”, quindi compresi musicisti, decoratori, illustratori e creativi e persino i “grafici”! Per logica, e di conseguenza, io avrei tutto il diritto di chiedere di non pagare più la tassa sulla nettezza urbana – anche perché la ritirano quando gli pare attenti a rispettare i tempi di un’ottimale frollatura e decantazione putrefattiva ai bordi delle strade cittadine – o qualsiasi altro servizio erogato ( più o meno ) dal Comune. Ormai il senso del limite, il sentimento d’una sana vergogna che dovrebbe impedire, o almeno frenare, l’emissione di simili veri e propri insulti da parte di certuni è andato completamente perduto, dimentico da parte di gente ignara che questo paese sia stato fatto grande dagli artisti che venivano – allora sì, allora c’erano papi seri, mecenati con gli attributi, banchieri di rara intelligenza e non volgari faccendieri, principi e imperatori che sborsavano ingenti somme per sovvenzionare e far lavorare l’equivalente dei nostri odierni “crativi” e dunque “grafici” compresi - ma erano tempi più civili e civilizzati dei nostri che sono affetti dal morbo malarico del boldrinismo politicamente corretto, malati d’incompenza e di presuntuosa incapacità, intrisi di mafiosità clientelari e di militanze politiche. Un paese fondato sì sulla “mediocrazia”, ma ormai ancor più sulla “merdocrazia” gestita ai più sommi vertici da nullità intellettive destinata a non lasciar traccia di loro stessi nel futuro, proprio come avviene dopo che si è premuto il pulsante dello sciacquone. E tanti saluti al “grafico”!

 

Fonte:

http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2017/02/11/comune-roma-cerca-grafico-che-lavori-gratis-piovono-insulti_PLg0qpl0OtXwxx32I8rJbM.html

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.