auto

FIRENZE: teatro della Toscana.

Locandiera B&B: nero con brio.

Gradevole e ben congegnata la commedia di Edoardo Erba, che sfrutta abilmente e in modo del tutto personale uno spunto goldoniano

di Domenico Del Nero

Locandiera B&B: nero con brio.

Di Goldoni c’è rimasto davvero poco ed è giusto che sia così. Locandiera B&B non vuole assolutamente essere una “rilettura” del capolavoro goldoniano, ma se mai riprendere qualche spunto e forse per alcuni aspetti lo spirito. Se l’apparentemente ingenua Mira può avere qualcosa della Mirandolina del commediografo veneziano, quello che colpisce è quello spirito “leggero” che nonostante una trama inquietante  aleggia su una commedia che  ricorda davvero una Agatha Christie con ironia e humor …. veneziani e toscani invece che britannici.

Così Locandiera B&B di Edoardo Erba, regia di Roberto Andò con protagonista Laura  Morante, ha esordito ieri sera a Firenze alla Pergola – teatro della Toscana ottenendo un meritato successo da parte di un pubblico incuriosito ed attento. [i]   “ Lo spettacolo è tutto incentrato sulla musica. Mi è sembrato che fosse il modo migliore per condurremo spettatore nel gioco di questa rappresentazione, in cui i personaggi non sono mai quello che sembrano e dove il tono oscilla sempre tra commedia e serietà – dichiara il regista, e aggiunge: “E’ uno spettacolo divertente in cui la figura femminile, Mira, ricorda in qualche modo la Mirandolina del capolavoro di Goldoni. I codici espressivi di queste due donne sono completamente diversi (…) ma i temi si intrecciano e finiscono col combaciare.”

In effetti, tutta la commedia si gioca su un fascino dell’ambiguo, del non detto, di personaggi che non si capisce bene cosa siano e cosa facciano in quella serata in una villa toscana accolti da una signora che sembra una albergatrice improvvisata e stramba.  Soltanto alla fine, dopo un abile gioco di ironia e suspense, il gioco si svela e si capisce – almeno in buona parte – qual era la posta. E quella che sembrava un’ingenua, un po’ oca e un po’ civetta, ma pur sempre vittima della situazione, si rivela invece una abilissima e quasi diabolica regista, ben superiore alla sua “antenata” goldoniana. Mira alla fine diventa “locandiera” per davvero ma dopo …. Ma non è giusto rivelare il finale, si sciupa parte del divertimento.

E sicuramente il giuoco scenico, senza nulla togliere a una compagnia di attori affiatata e convincente, è tutto suo, di Laura Morante:  personaggio di grande fascino e di ottima presenza scenica, la  Morante dà vita a un personaggio che potrebbe per certi aspetti ricordare la “svampita” in stile Franca Valeri, (anche se rigorosamente in salsa toscana) ma che poi si rivela per l’appunto essere ben altra cosa: pian piano il personaggio si evolve, comincia a  prendere coscienza e finisce per somigliare alla Mirandolina di Goldoni perché prende in mano la situazione. Mira si mostra allora più accorta, furba e anche audace, molto di più di quanto non la immaginassimo all’inizio – dichiara l’attrice.

Bruno Armando e  Roberto Salemi sono i misteriosi “clienti affaristi”, legati da un misterioso rapporto al marito di Mira: Armando dà vita al classico maneggione spaccone e un po’ arrogante, mentre Salemi  è un personaggio solo apparentemente più “compassato” ma in realtà losco e pure sfrontato con la padrona di casa. Giulia Andò ed Eugenia Costantini  impersonano due “attrici” dal ruolo quantomeno equivoco; ottime anche le interpretazioni  di Vincenzo Ferrera e Danilo Nigrelli. Le scene (e le luci)  di Gianni Carluccio  riproducono in modo sobrio ed elegante  l’interno di una villa trasformata in albergo, eleganti e del tutto intonati i costumi  “borghesi” di Alessandro Lai.  Senz’altro da vedere.

Prossime repliche: da oggi a sabato, ore 20,45; domenica ore 15,45.



[i] Per la presentazione dello spettacolo crf http://www.totalita.it/articolo.asp?articolo=8710&categoria=1&sezione=8&rubrica=

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.